In Blog, News

 

Quest’anno, grazie alla collaborazione con la Smit Roma, abbiamo avuto la fortuna di poter “vivere” da vicino la Virtus Roma, tornata finalmente in serie A1 dopo quattro lunghissimi anni.

Dall’inizio del campionato fino ad oggi i nostri piccoli atleti, partita dopo partita, hanno preso sempre di più confidenza con il basket “dei grandi”, sognando magari un giorno di diventare proprio come quei ragazzi che, nel corso di quest’anno, hanno spesso applaudito dalle tribune del Palaeur, imparando a conoscerli durante i raduni e le feste dedicate al minibasket che sono state organizzate al Tellene.

Ieri pomeriggio poi, l’emozione più grande: l’ultima gara casalinga della stagione con la Fortitudo Bologna e la possibilità di scendere in campo sia prima della palla a due che durante l’intervallo, in un clima di assoluta festa.
Un piccolo grande sogno diventato all’improvviso una bellissima realtà, anche e soprattutto grazie a tutte le famiglie che continuano a seguirci, donandoci quella fiducia senza la quale niente di tutto questo sarebbe possibile.
Nel nostro essere sempre “work in progress”, per crescere, è fondamentale la spinta di tutti quelli che ci dimostrano quotidianamente di credere in ciò che ogni giorno facciamo, nonostante gli errori ed i blackout che inevitabilmente capitano. Ieri a seguirci siete stati in tanti… GRAZIE.

I bambini, da sempre, sono degli ottimi insegnanti, con quella loro capacità di sorprendersi che troppo spesso noi da grandi dimentichiamo.
E’ stato un privilegio vedere i loro occhi curiosi, provare a rispondere alle tante domande ed osservarli in preda all’emozione quando sono scesi a bordo campo. Momenti che gli resteranno nella memoria chissà per quanto tempo.

Tornare con la mente a quelle immagini ci aiuta a comprendere, ancora una volta, che il senso dello sport va davvero oltre le vittorie e le sconfitte, le promozioni e le retrocessioni, i biglietti venduti ed i punti in classifica: si tratta di aggregare persone, di veder nascere sorrisi ed amicizie destinate a durare una vita anche fuori dal campo.
Qualcosa che nasce grazie ad una palla a spicchi e che poi diventa fondamentale soprattutto nella vita di tutti i giorni, dove le partite da affrontare sono spesso molto più complicate rispetto a quello che succede per quaranta minuti sul parquet.

Per noi la stagione continua con una serie di iniziative che da domani inizieremo a svelare, con la Virtus Roma invece ci vediamo ad ottobre…IN SERIE A1!

Start typing and press Enter to search